Norma CEI 11-27
MENU HOME CONTATTI
Sei in: HomeCorsiPES PAV PEINorma CEI 11-27

La norma CEI 11-27 (Ruoli e qualifiche nei lavori elettrici)

Nella tua attività professionale svolgi lavori elettrici pericolosi? Togli quindi delle protezioni o delle barriere verso le parti elettriche? Se la risposta è si allora sei soggetto alla norma tecnica CEI 11-27 e devi pertanto essere formato e qualificato in base ai corsi ed ai precetti di questa regola tecnica.

Ciò premesso la norma tecnica CEI 11-27:2014 è derivata dalla CEI EN 50110-1, ed individua le buone prassi e le regole di esecuzione dei lavori elettrici in sicurezza. In particolare nella norma CEI 11-27 vengono individuati i corretti criteri di assegnazione delle qualifiche PAV PES e PEI. In base ai disposti normativi CEI ed alle leggi citate tali qualifiche devono essere attribuite a chiunque svolga lavori elettrici. Deve quindi essere seguito un percorso di formazione ed addestramento specifico per l'attività elettrica svolta. In assenza di tali requisiti i lavoratori dovranno invece essere considerati PEC (persone comuni) per ciò che riguarda l’esposizione ai rischi elettrici.

La norma CEI 11-27
Norma CEI 11-27

Di seguito puoi trovare alcune definizioni proposte dalla norma tecnica CEI 11-27 che ti possono aiutare per iniziare a comprenderne gli aspetti principali. Se sei interessato a conoscere le prossime date dei nostri corsi CEI 11-27 (per l'ottenimento delle qualifiche PES PAV PEI) puoi cliccare sui seguenti link:

Indice

Le qualifiche

Sei un PAV, un PES o un PEI? A grandi linee sei un PES se puoi gestire in totale autonomia determinati lavori elettrici. Sei invece un PAV se devi essere supervisionato o sorvegliato da un PES. Infine sei un PEI se sei anche autorizzato a lavorare sotto tensione a contatto. Bene, individuiamo a questo punto cosa è necessario valutare per l’attribuzione della qualifica.

E' prima di tutto necessario che l’addetto sia in possesso di una formazione teorica e pratica coerente con la norma CEI 11-27. Tale formazione è individuata in un corso di almeno 14 ore per la qualifica PES o PAV per lavori sotto tensione ed in 10 ore per la qualifica PES o PAV per i lavori fuori tensione. E' poi necessario che l'esperienza del lavoratore sia coerente con il grado di qualifica che vogliamo attribuire.

Dobbiamo inoltre tenere conto dello stato di salute del nostro lavoratore. E’ ovvio che se vogliamo attribuire l'idoneità per operare sotto tensione il lavoratore dovrà essere in buono stato di salute (come è richiesto anche per altre tipologie di attività, per esempio i lavori in quota) .

Infine è necessario che il nostro addetto ai lavori elettrici abbia la naturale attitudine a comportarsi prudentemente in materia di sicurezza sul lavoro.

La qualifica PAV nella norma CEI 11-27:2014

Nell’ambito delle qualifiche PAV PES e PEI assegnate in base alla norma CEI 11-27 la condizione di Persona Avvertita (PAV) costituisce il livello inferiore. La qualifica PAV è in effetti autorizzata ad eseguire lavori elettrici sotto tensione, fuori tensione ed in prossimità di parti elettriche pericolose (parti attive come definite dalla CEI 11-27) ma sempre sotto la supervisione o la sorveglianza di una PES (Persona Esperta).

In particolare la PAV a livello formativo deve aver acquisito quanto segue:
  • conoscenza dell’antinfortunistica elettrica relativa a precise tipologie di lavoro
  • capacità di comprendere le istruzioni fornite da una PES per una precisa tipologia di lavori
  • capacità di organizzare ed eseguire in sicurezza un lavoro di una precisa tipologia, dopo aver ricevuto istruzioni da una PES; capacità di affrontare i pericoli e le difficoltà previste
  • capacità di riconoscere i pericoli originati da imprevisti anche se potrebbe non essere in grado di affrontarli correttamente in autonomia.
Per l'attribuzione della qualifica PAV la normativa prevede
  1. per i lavori fuori tensione un percorso formativo teorico-pratico di almeno 10 ore , conformemente al livello 1A della norma CEI 11-27
  2. per i lavori fuori tensione e sotto tensione un percorso formativo teorico-pratico di almeno 14 ore , conformemente ai livelli 1A e 2A della norma CEI 11-27

La norma CEI 11-27 e la qualifica PES (Persona Esperta)

La Persona esperta (PES) è una persona con adeguato percorso formativo basato sulla norma CEI 11-27 e con maturata esperienza nei lavori elettrici. La Persona Esperta è autorizzata ad eseguire specifici interventi elettrici sotto tensione, fuori tensione ed in prossimità di parti elettriche pericolose in totale autonomia e con la capacità di supervisionare e coordinare PAV PEC o altre PES.

In particolare la PES ai sensi della CEI 11-27 ha acquisito quanto segue:
  • conoscenze generali dell’antinfortunistica elettrica;
  • approfondita conoscenza della problematica infortunistica per almeno una precisa tipologia di lavori;
  • capacità di affrontare in autonomia l’organizzazione in sicurezza di qualsiasi lavoro di precisa tipologia;
  • capacità di individuare e prevenire i rischi elettrici connessi con il lavoro e di mettere in atto le misure idonee a ridurli o a eliminarli
  • capacità di affrontare gli imprevisti che possono accadere in occasione di lavori elettrici;
  • capacità di sovrintendere e coordinare altri lavoratori;
  • capacità di informare e istruire correttamente una PAV affinché esegua un lavoro in sicurezza.

Per l'attribuzione della qualifica PES la normativa prevede un percorso formativo teorico-pratico di almeno 14 ore, conformemente ai livelli 1A + 2A della norma CEI 11-27

La qualifica PEI: Persona Idonea per i lavori elettrici sotto tensione a contatto

La qualifica PEI CEI-11-27 individua la Persona Idonea per l'esecuzione di lavori elettrici sotto tensione a contatto fino a 1000 Volt in corrente alternata e 1500 V in CC. La PEI (Persona Idonea) è quindi una PES oppure una PAV che è anche autorizzata ad eseguire specifici lavori elettrici sotto tensione fino a 1000 Volt in Corrente Alternata o 1500 VCC nel rispetto della norma CEI 11-27 (guanti dielettrici, vestiario resistente all’arco elettrico, etc…). I lavori elettrici sotto tensione a contatto in alta tensione non sono invece oggetto della norma tecnica citata.

Nei sistemi di categoria 0 e 1 ( fino a 1000 V in corrente alternata e fino a 1500 V in corrente continua) si effettuano lavori sotto tensione a contatto (come definiti dalla norma CEI 11-27) quando possiamo toccare con parti del corpo o con attrezzi una parte attiva. In tale caso è necessario che i lavori siano effettuati da PAV e PES abilitate a lavorare sotto tensione a contatto (i cosiddetti PEI).

Per i lavori sotto tensione dobbiamo anzitutto prendere a riferimento l'articolo 82 del D.Lgs 81/2008. Tale articolo vieta di eseguire lavori sotto tensione, ma aggiunge che tali lavori sono tuttavia consentiti nei casi in cui le tensioni su cui si opera sono di sicurezza, secondo quanto previsto dallo stato della tecnica o quando i lavori sono eseguiti nel rispetto delle seguenti condizioni:
  • le procedure adottate e le attrezzature utilizzate sono conformi ai criteri definiti nelle norme tecniche.
  • per sistemi di categoria 0 ed I purché l'esecuzione di lavori su parti in tensione sia affidata a lavoratori riconosciuti dal datore di lavoro come idonei per tale attività secondo le indicazioni della pertinente normativa tecnica
Per sistemi di II e III categoria (media e alta tensione) la legge ammette l’esecuzione dei lavori elettrici sotto tensione purchè:
  1. i lavori su parti in tensione siano effettuati da aziende autorizzate, con specifico provvedimento del Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, ad operare sotto tensione;
  2. l'esecuzione di lavori su parti in tensione sia affidata a lavoratori abilitati dal datore di lavoro ai sensi della pertinente normativa tecnica riconosciuti idonei per tale attività."

Quindi seguendo la norma tecnica CEI 11-27, il Datore di lavoro che informa e forma i propri dipendenti sulle procedure da seguire nei lavori elettrici in sicurezza, che li dota dell’attrezzatura, degli ausili e dei DPI idonei per lo svolgimento della mansione e che assegna loro le qualifiche specifiche PAV e PES per i lavori elettrici e per operare in sicurezza sotto tensione (qualifica PEI) riconoscendo le attitudini professionali si attiene a quanto disposto dalla legge.

Quando i lavori in tensione sono svolti per tensioni nominali superiori a 1000 V in corrente alternata e 1500 V in corrente continua (sistemi di II e III categoria) oltre a personale con competenze idonee è necessaria l’autorizzazione dei competenti uffici del Ministero del Lavoro, della Salute e della Previdenza Sociale.

I responsabili degli impianti e dei lavori elettrici

La IV edizione della Norma CEI 11-27 ha introdotto e/o modificato le definizioni dei responsabili degli impianti e dei lavori elettrici. Con vari livelli di reponsabilità troviamo quindi l’Unità Responsabile di Impianto (URI), il Responsabile di Impianto (RI), L’Unità Responsabile della Realizzazione dei Lavori (URL) e infine il Preposto ai Lavori (PL). Vediamo di seguito cosa è associato a tali definizioni.

E’ opportuno tener presente che URI e URL sono state introdotte nella quarta edizione della norma CEI 11-27 per tener conto che nelle aziende organizzate e strutturate di medie e grandi dimensioni ogni attività lavorativa viene studiata e progettata da uno staff aziendale. Quest'ultimo può essere formato da personale appartenente a più comparti e che viene coinvolto per le più svariate ragioni in relazione alle specifiche responsabilità assegnate. Per le aziende più piccole o per gli artigiani la figura URI è sempre presente in quanto proprietaria dell'impianto elettrico, mentre le figure di URL, di Rl, e di PL possono essere distinte o possono coincidere in un'unica Persona, purché questa abbia tutte le competenze necessarie.

Unità (o Persona) responsabile di un impianto elettrico (URI)

Figure responsabili Norma CEI 11-27
Figure responsabili Norma CEI 11-27

La URI coincide generalmente con il proprietario dell'impianto elettrico, o con un Datore di lavoro oppure, nel caso di società strutturate, può essere costituita da uno staff di tecnici. Alla URI fanno capo le responsabilità complessive dell'impianto elettrico durante l'esercizio normale dello stesso, in parole povere è quindi l’utilizzatore di fatto ed ha la responsabilità di gestire I'impianto durante il normale esercizio dello stesso, vale a dire in tutte le condizioni in cui sull'impianto non si eseguano lavori di alcun genere.

La URl, per come è definita può non avere le conoscenze per poter condurre o mettere in sicurezza l'impianto elettrico per predisporlo all'esecuzione di un determinato lavoro (non è necessario che sia una PES) e quindi deve individuare, prima di iniziare qualsiasi lavoro eletrico, un Responsabile lmpianto (Rl), cui assegnare il compito suddetto, formalizzandolo per iscritto.

Il Responsabile dell'impianto per i lavori elettrici (RI CEI 11-27)

Il RI (Responsabile di Impianto ai sensi della CEI 11-27) è la persona responsabile della sicurezza dell'impianto elettrico durante un'attività lavorativa e viene designata dalla URI (proprietario o gestore dell'impianto elettrico durante la normale attività) in occasione di un lavoro sull'impianto stesso (manutenzione compresa). Il Responsabile di Impianto può coincidere con la stessa persona che ricopre il ruolo di URI e PL se ne ha le competenze.

Ai sensi della norma CEI 11-27, a questa figura fanno capo le seguenti responsabilità:
  • redazione dei piani di lavoro;
  • condivisione della scelta metodologica e organizzativa del lavoro con l'URL;
  • funzione di collegamento tra la URL e/o PL e le altre funzioni durante il lavoro;
  • attuazione (anche tramite delega scritta ad altra persona con professionalità PES o PAV) delle manovre per la messa in sicurezza dell'impianto prima dell'esecuzione del lavoro;
  • attuazione dei provvedimenti per evitare richiusure intempestive, apposizione di eventuali terre nei punti di sezionamento e di cartelli monitori;
  • mantenimento delle condizioni di sicurezza dell'impianto durante l'esecuzione del lavoro;
  • consegna dell'impianto al PL con la relativa autorizzazione all'inizio del lavoro;
  • ricevimento di conclusione del lavoro dal PL e di ripristino del normale assetto di esercizio;
  • riconsegna dell'impianto alla URI, se del caso;

Unità responsabile della realizzazione del lavoro (URL)

Figura pensata per le Società strutturate (può essere uno staff tecnico) che ha il mandato di progettare ed eseguire un lavoro. Nelle imprese più piccole detta Unità può semplicemente concidere con il Preposto ai Lavori (PL).

Per la Norma CEI 11-27 la URL ha i seguenti compiti e responsabilità:
  • verifica preliminare e condivisione con il RI della scelta metodologica e organizzativa del lavoro attraverso un eventuale sopralluogo;
  • predisposizione dell'eventuale Piano di intervento;
  • individuazione del PL e degli addetti al lavoro;
  • organizzazione degli operatori;
  • verifica della disponibilità di procedure, attrezzature, dispositivi di protezione, mezzi di supporto relativi alla corretta realizzazione del lavoro;
  • verifica della formazione ed eventuale idoneità degli operatori addetti al lavoro.

Il Preposto ai lavori elettrici (PL CEI 11-27)

Ai sensi della norma CEI 11-27 il Preposto ai lavori elettrici è la Persona designata alla responsabilità della conduzione operativa del lavoro elettrico sul posto di lavoro. La figura del PL deve sempre possedere una approfondita esperienza lavorativa sugli impianti elettrici su cui può operare, pertanto deve avere la professionalità riconosciuta di PES (solo in casi particolari e molto semplici può essere una PAV).

Fra i compiti della persona preposta alla conduzione dell'attività lavorativa sull'impianto elettrico (Preposto ai Lavori) vi sono:
  • preparazione dei lavori pianificazione delle attività
  • eventuale redazione Piano di intervento
  • presa in carico dal Responsabile di Impianto (RI) dell’impianto o sua parte e successiva riconsegna
  • verifica assenza tensione e messe a terra di lavoro
  • protezioni contro le parti attive adiacenti
  • Verifica situazioni ambientali
  • informazioni al personale ecc.
All'occorrenza parte di tali compiti può essere delegata ad altri.

Calendario corsi CEI 11-27 PAV PES PEI

Sono previsti sconti per privati e per iscrizioni multiple, clicca sul titolo del corso per maggiori informazioni.

10 dicembre 2019 corso online

CORSO ONLINE
Corso online PAV PES PEI CEI 11-27

Corso online con esame finale tramite videochiamata
Sempre attivo
€ 126,00
12 dicembre 2019 Milano

MILANO - 12/12/2019
Corso PAV PES PEI CEI 11-27

Aula Milano
Hotel Ibis Milano Centro
Via Camillo Finocchiaro Aprile, 2
Milano
- Milano,IT
giovedì 12/12/2019
09.00
€ 187,00
13 gennaio 2020 Firenze

FIRENZE - 13/01/2020
Corso PAV PES PEI CEI 11-27

Aula Firenze
Calenzano - Firenze,IT
lunedì 13/01/2020
09.00
€ 198,00
20 gennaio 2020 Milano

MILANO - 20/01/2020
Corso PAV PES PEI CEI 11-27

Aula Milano
Hotel Ibis Milano Centro
Via Camillo Finocchiaro Aprile, 2
Milano
- Milano,IT
lunedì 20/01/2020
09.00
€ 198,00
Clicca sul pulsante per visualizzare tutti i corsi attualmente programmati.

Numero verde

Numero Verde
Servizio gratuito di segreteria telefonica h24.
Lascia il tuo messaggio in segreteria e un nostro operatore ti ricontatterà prima possibile.
In alternativa puoi inviarci una richiesta tramite il nostro modulo di contatto

Social


STUDIO MORELLI © 2000-2019