Valutazione rischio rumore
MENU HOME CONTATTI
Sei in: HomeConsulenzeSicurezza sul lavoroRischio rumore

Il documento di valutazione del rischio rumore nei luoghi di lavoro

Lo studio effettua relazioni tecniche per la valutazione dell'esposizione professionale al rumore durante le attività lavorative. La valutazione del rumore è un obbligo dettato dal Decreto Legislativo 81/2008 e l'aggiornamento della valutazione deve essere fatto ogni quattro anni oppure a seguito di modifiche rilevanti nelle attività lavorative.

Indice

Servizi offerti per la valutazione del rischio rumore

Il documento di valutazione del rischio rumore
Il documento di valutazione del rischio rumore
Come previsto dalla normativa vigente nella valutazione saranno presi in considerazione in particolare:
  • Il livello, il tipo e la durata dell'esposizione, ivi inclusa ogni esposizione a rumore impulsivo
  • I valori limite di esposizione ed i valori di azione di cui all'art. 189 del D.Lgs. 81/08
  • Tutti gli effetti sulla salute e sulla sicurezza dei lavoratori particolarmente sensibili al rumore
  • Gli effetti sulla salute e sicurezza dei lavoratori derivanti dalle interazioni tra rumore e sostanze ototossiche connesse all'attività svolta e fra rumore e vibrazioni, seguendo attentamente l'orientamento della letteratura scientifica e sanitaria ed i suggerimenti del medico competente
  • Le informazioni sull'emissione di rumore fornite dai costruttori delle attrezzature impiegate, in conformità alle vigenti disposizioni in materia
  • L'esistenza di attrezzature di lavoro alternative progettate per ridurre l'emissione di rumore
  • Il prolungamento del periodo di esposizione al rumore oltre l'orario di lavoro normale
  • Le informazioni raccolte dalla sorveglianza sanitaria, comprese, per quanto possibile, quelle reperibili nella letteratura scientifica
  • La disponibilita' di dispositivi di protezione dell'udito con adeguate caratteristiche di attenuazione

Normativa di riferimento per la valutazione del rischio rumore

La valutazione viene effettuata in base ai criteri definiti dal D.Lgs. 81/08 sulla prevenzione e protezione dai rischi dovuti all’esposizione nei luoghi di lavoro.


Per la valutazione del Rischio Rumore si tiene conto delle “Indicazioni operative” fornite dall’ISPESL (Istituto Superiore per la Prevenzione E la Sicurezza del Lavoro) e dal Coordinamento Tecnico per la sicurezza nei luoghi di lavoro delle Regioni e delle Province autonome.
Vengono, inoltre, prese a riferimento le seguenti norme tecniche:
  • Norma UNI 9432:2008, Acustica. Determinazione del livello di esposizione personale al rumore nell'ambiente di lavoro.
  • Norma UNI EN 458:2005, Protettori dell’udito. Raccomandazioni per la selezione, l’uso, la cura e la manutenzione.

Nella valutazione vengono prese in considerazione anche informazioni di carattere qualitativo fornite dal RSPP, dal Medico competente e dal RLS, nell’ambito delle rispettive competenze, in sede di indagine iniziale e riunione finale.

Numero verde

Numero Verde
Servizio gratuito di segreteria telefonica H24.
Lascia il tuo messaggio in segreteria e un nostro operatore ti ricontatterà prima possibile.
In alternativa puoi inviarci una richiesta tramite il nostro modulo di contatto

STUDIO MORELLI © 2000-2019